TERRITORIO » LE FRAZIONI

« TORNA ALLA LISTA

Brugnoni

Brugnoni
Il paese di Brugnoni probabilmente deve il suo nome agli alberi di prugna, volgermente Brugnun, che esistevano in loco.

A Brugnoni un tempo v'era un antico mulino.

Il mulino che attualmente è sopravissuto all'ingiuria degli anni sul "Portale" reca la data 1856. In realtà più o meno in quel sito esisteva già un Mulino almeno dalla fine del 1500.

Infatti nel 1593 viene descritto come pagante censi al Sig. G. B. Doria, antico feudatario, dal Commissario feudale Muzio nella relazione che questi fa al nuovo padrone Gio Andrea Doria "nipote" dell’ammiraglio Andrea, (documento giacente nell’Archivio Doria Pamphilj di Roma).

Il proprietario, con altri partecipi, allora pare fosse un Tommaso Ferretti. Nel 1600 si sa che apparteneva ad Andrea Repetto quondam Antonio padre di Nicolò (o Nicolao) Repetto notaro.
Si sa che il notaro Nicolò Repetto esercitò nel 1692 come pro-Actuario alla curia di S. Stefano e fu eletto Deputato del II.° Quartiere. Nel 1698 lo troviamo Notaro-Actuario in Torriglia. Nicolò Repetto era, altresì, il nipote di Carlo Antonio della Cella di Cabanne, uno dei maggiorenti del luogo.

A Brugnoni esiste un altro edificio di un certo pregio ed è la casa cosiddetta del "Ballottu" (Repetti),  ossia la casa dell’antico mugnaio che esercitava con altri partecipi intorno al 1940/50.

GALLERIA FOTOGRAFICA