SERVIZI/PEC/EMAIL » GESTIONE ACQUEDOTTI E FOGNATURA

« TORNA ALLA LISTA

ATO - Provincia di Genova

ATO - Provincia di Genova
L' Ambito Territoriale Ottimale (A.T.O.)è il territorio sul quale occorre organizzare il servizio idrico integrato. Con Deliberazione del Consiglio della Regione Liguria dell' 8 luglio 1997 n° 43 sono stati individuati n° 4 A.T.O. corrispondenti ai limiti amministrativi delle quattro Provincie Liguri. Ricadono quindi nel territorio dell’ A.T.O. della Provincia di Genova tutti i 67 Comuni della Provincia, per una popolazione complessiva di 878.082 residenti (Fonte dati: Censimento ISTAT 2001).

L’Autorità di Ambito Territoriale Ottimale (A.A.T.O.) della Provincia di Genova è l'organismo costituito dai rappresentanti dei 67 Comuni ricadenti nell'A.T.O. Gli stessi hanno scelto di associarsi nella forma della "convenzione di cooperazione" in base allo schema predisposto dalla Giunta Regionale con propria deliberazione n.1736 dell’11 giugno 1998. L'Autorità è presieduta dal Presidente della Provincia di Genova, o da un suo delegato. La Provincia è l’Ente locale responsabile del coordinamento delle attività e delle iniziative connesse all'A.T.O.
L’A.T.O. della Provincia di Genova si avvale di un Ufficio di Segreteria Tecnica formato da personale in servizio presso la Provincia. Il funzionamento e l’organizzazione dell’Autorità sono disciplinati da apposito Regolamento .


In sintesi, l’Autorità dell’ATO (A.A.T.O.) ha il compito di:

- attuare la ricognizione delle opere del servizio di acquedotto, fognatura e depurazione e assumere l’esercizio della titolarietà del servizio dai Comuni;
- definire il Piano d'Ambito, comprensivo del Programma degli interventi, del Piano economico-finanziario, il modello gestionale-organizzativo e il piano tariffario
- provvedere all’affidamento della gestione del servizio idrico integrato ad un soggetto gestore che per dimensioni, organizzazione e capacità imprenditoriale sia capace di finanziare e realizzare il piano degli investimenti necessario al miglioramento dei servizi idrici.;
- controllare che il gestore realizzi il Piano e verificare l’applicazione della tariffa.


Il Decreto Lesgislativo 152/2006, che ha abrogto la Legge 36/94 ha confermato la netta distinzione di ruoli fra l’A.A.T.O. e il gestore.
In particolare l’Autorità d'ambito definisce gli obiettivi e controlla la realizzazione del piano assicurando la tutela del consumatore, mentre il gestore organizza il servizio, attua il piano, riscuote la tariffa.
Una convenzione stabilisce e disciplina i rapporti tra A.A.T.O. e gestore.

A regime, l’attività di controllo e vigilanza sul gestore da parte dell’A.A.T.O. si realizza anche attraverso:
- il controllo dei livelli di servizio
- il controllo delle tariffe
- il controllo degli investimenti
- l’attività di supporto al consumatore
- la revisione periodica del Piano e della tariffa per l’adeguamento a eventuali mutate condizioni

Il comune di Rezzoaglio, in seguito alla Legge Galli, appartiene all'ATO della Provincia di Genova. Pertanto la gestione del servizio idrico integrato è affidata ai gestori individuati dall' ATO stesso, più precisamente gil acquedotti comunali, le fognature comunali e gli impianti di depurazione  sono in gestione alla società Mediterranea delle Acque S.p.A. (che agisce in regime di salvaguardia).

http://www.ato.genova.it